Europa

Cosa vedere a Dublino

ottobre 1, 2018
dublino

Dublino è diventata, specialmente nel corso degli ultimi anni, una meta sempre più gettonata da chi è alla ricerca di un luogo diverso dalle principali località turistiche, grazie alla vivibilità del suo centro storico, unita alle dimensioni contenute della città e alla cordialità degli abitanti, che contribuiscono a creare un’atmosfera gradevole, pacata ma anche frizzante, grazie alle numerose iniziative culturali e alla vivace vita notturna. 
Fare un elenco dei luoghi principale da visitare non è semplice essendo Dublino ricca di cose da fare e da vedere; tuttavia, non si può non iniziare con il Castello di Dublino, uno dei simboli della città per la sua valenza storico-politica. Risalente al XIII secolo, fino all’indipendenza dell’isola è stato infatti simbolo del potere britannico in terra irlandese. Al giorno d’oggi nel castello, all’interno della sala di Saint Partick, si tiene l’insediamento del Presidente della Repubblica irlandese.
La Cattedrale di San Patrizio, invece, rappresenta la radicata tradizione cattolica della nazione. Sorta nel XII secolo sopra il fiume sotterraneo Paddle, dove venivano battezzati i pagani, la cattedrale è un meraviglioso esempio di gotico britannico.
La chiesa del Cristo, della diocesi anglicana, è sede del vescovato ed è il più antico centro religioso, la cui splendida cripta, unica parte originaria dell’edificio, risale all’XI secolo.
Grafton Street è sicuramente la strada più famosa di Dublino; interamente pedonale, è circondata dai tipici ed eleganti palazzotti irlandesi, alti e stretti, ed è ricca di negozi e boutique. Se si cercano movida e arte, invece, il quartiere di Temple Bar è il luogo ideale; si tratta dell’ex quartiere degli artigiani, che è divenuto il cuore pulsante della vita mondana cittadina.
Il ponte di Ha’Penny è uno dei simboli della città, grazie alle sue eleganti forme e al suo andamento sinuoso che va a superare il fiume Liffey, il placido corso d’acqua che attraversa la città e sulle cui sponde si snoda una suggestiva passeggiata.
Il polmone verde della città è il St Stephen’s Green, un ordinato e ampio parco in cui trascorrere qualche ora di relax lontani dalla folla e dal traffico.

Una visita a Dublino non sarebbe completa senza aver visitato uno dei suoi caratteristici pub e gustato una buona birra, per meglio carpire l’anima della città; tra i migliori public house troviamo il Brazen Head, dall’esterno rustico e gli interni caldi e accoglienti, che risale a più di ottocento anni fa. Merita una visita anche il McDaid’s, dall’atmosfera più tranquilla e genuina. Se si vuole gustare una pinta di Guinnes in un tipico locale vittoriano, allora il Stag’s Head è il posto ideale, ricco di storia e dal magnifico bancone lavorato.

Il modo migliore per vivere Dublino e sentirsi parte della città rimane comunque quello di perdersi tra le sue vie, al calare del sole, per una lenta passeggiata senza meta, con l’orore dell’asfalto bagnato nelle narici e una pinta di birra nello stomaco…

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply