Francia

Cimitero Père Lachaise a Parigi: personaggi famosi, orari e giorni di visita

dicembre 5, 2016
Cimitero Père Lachaise a Parigi

Può una passeggiata al cimitero rivelarsi macabramente romantica? Ebbene si, se si sta visitando il cimitero “Père Lachaise” nel XX arrondissment a Parigi: un luogo pittoresco, che si snoda lungo viali alberati, lungo suggestive collinette silenziosamente occupate da sepolcri che sono delle vere e proprie opere d’arte, che fanno di questa “città dei morti”, la necropoli più bella e caratteristica al mondo.

Un tempo i morti venivano seppelliti nei campi adiacenti alle chiese. Durante l’età napoleonica però, per salvaguardare la purezza dell’aria, si decise di creare una “cittadella” fuori da Parigi, e la prima nel 1804 fu proprio il cimitero “Père Lachaise”.
Le autorità, per ottenere i favori dei parigini, inizialmente contrari alla sistemazione periferica dei loro morti, decisero di trasferirvi le spoglie di celebri personaggi quali Moliere, Jean La Fontaine e gli amanti Abelardo ed Eloisa.

Cimitero Père Lachaise: i personaggi famosi sepolti

Le tombe che vi si trovano in questo luogo di pace e riposo custodiscono le spoglie di personaggi che hanno scritto la storia delle varie arti, dalla letteratura al cinema alla musica: qui riposano gli scrittori Oscar Wilde, Colette, Marcel Proust, Honore de Balzac e Guillame Apollinaire, i musicisti Chopin, Jim Morrison, Georges Bizet ed la “môme Piaf” Edith Piaf, e poi l’attrice Maria Schneider, la contessa di Castiglione e la famiglia Murat.

La tomba di Chopin al cimitero Père Lachaise

La tomba degli amanti Abelardo ed Eloisa, protagonisti di una amore contrastato e tragico, è costruita con le pietre del convento e del monastero in cui gli amanti vissero separati, senza mai dimenticarsi l’uno dell’altra. Ai loro piedi c’è un cane, simbolo di fedeltà.
La tomba di Oscar Wilde rispecchia il suo anticonformismo: è una sfinge stilizzata in pietra ricoperta da scritte, labbra e cuori scritti con un rossetto da chi ama le sue opere immortali.
Molto curiosa è la tomba del giornalista Victor Noir ucciso durante un’intervista dal cugino di Napoleone III: la si riconosce dalla scultura di un uomo disteso con le braccia larghe. Si dice che toccare i suoi genitali prominenti porti fortuna e fertilità.

La tomba di Jim Morrison

Il sepolcro della rockstar James Douglas Morrison, morta a soli 27 anni, è forse la tomba più visitata del cimitero, con un busto in pietra, costantemente rubato dai fans.
E’ un sepolcro ricoperto di scritte e iscrizioni e lettere da parte di coloro che vi si accalcano qui pregando, suonando e perfino fumando, mantenendo vivo il ricordo di colui che ha conquistato ormai l’immortalità.

Cimitero Père Lachaise: gli orari e i giorni di visita

La necropoli è visitabile, nel periodo tra novembre e febbraio tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 17.30 (sino alle ore 18 tra marzo e ottobre). La domenica e i giorni festivi il cimitero apre alle 8.30 (alle 9 in inverno).

No Comments

Leave a Reply