Grecia

Cosa vedere a Creta in 7 giorni

settembre 30, 2017
creta

Tra i luoghi più affascinanti di tutta la Grecia vi è sicuramente l’isola di Creta, tanto che secondo molto una settimana di vacanza non è sufficiente per poterne godere appieno. Tuttavia in 7 giorni su quest’isola si può coglierne senza dubbio l’essenza.Il primo giorno può essere dedicato alla scoperta di Chania, nota come la Venezia d’Oriente e che conserva i segni delle dominazioni dei Veneziani e degli Ottomani. Tra i luoghi di maggior interesse, oltre ai palazzi lascito della dominazione veneziana, vi è senza dubbio la Moschea dei Giannizzeri.

Il giorno successivo può essere invece dedicato ad un vero e proprio contatto diretto con la natura, attraverso una splendida escursione alle Gole di Samaria: questo luogo non a caso rientra tra quelli facenti parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità secondo l’Unesco. Questa escursione si caratterizza per un percorso di poco meno di 20 km tutto in discesa, che porta fino ad un minuscolo paese davvero affascinante.

Il terzo giorno va giustamente utilizzato per un po’di sano mare e si potrebbe iniziare dalla parte occidentale dell’isola, dove si trovano alcune delle distese di sabbia più belle di tutta la Grecia, a cominciare da quelle di Efalonissi, dove più che nei pressi del Mar Mediterraneo sembra di trovarsi ai Tropici. Se è vero che purtroppo è tra le pù frequentate, non si può però resistere al suo fascino. Altra località davvero imperdibile per una giornata di totale relax al mare è Falassarna, che è perfetta per chi desidera praticare del surf, visto il forte vento che vi spira di continuo.

A metà della vacanza è arrivato il momento di spostarsi nella zona orientale di Creta e visitare la Grotta di Zeus, per vivere un’altra giornata all’insegna del trekking e del contatto con la natura. Questa bellezza naturale si raggiunge dopo una mezz’ora di cammino e si può quindi entrare nel cuore della montagna dove si trova la grotta in cui secondo la leggenda nacque Zeus.

Quasi alla fine della vacanza ci si può spostare a sud, per godere delle spiagge che Creta è in grado di offrire in questa zona: tra le più belle vanno citatate quelle di Triopetra, che si caratterizzano per il fatto di essere ancora al di fuori dei “radar” del turismo di massa e per questo sono ancora selvagge, se così si può dire, e decisamente affascinanti.
Infine, il penultimo giorno non può che essere incentrato sulla visita al Palazzo di Cnosso, ovvero il sito archeologico più importante e noto di tutta Creta. Senza dubbio questo luogo è capace di affascinare chiunque ed è in grado di far compiere un vero e proprio salto all’indietro nel tempo di 4000 anni.
Il giorno della partenza, se si è deciso di lasciare l’isola nel tardo pomeriggio, vale la pena fare una toccata e fuga nella vicina isola di Spinalonga, luogo dalla storia cupa, visto che venne usata in passato per isolarvi i malati di lebbra. Tuttavia questo pezzo di terra vicino Creta è a suo modo affascinante.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply