Browsing Category

Chianti

Chianti

Cosa vedere a Siena

ottobre 3, 2016
siena

Cosa vedere a Siena in un giorno

Un buon itinerario per visitare Siena in un giorno prevede sicuramente la visita a Piazza del Campo, il luogo storico della città toscana. Qui si trovano diversi palazzi storici, come quello comunale o la Torre del Mangia che conviene visitare. Successivamente ci si può spostare sulle due vie più prestigiose, Via di Città e Via dei Montanini Continue Reading…

Chianti

San Gimignano: cosa vedere

settembre 22, 2016
cosa vedere a san gimignano

San Gimignano è un borgo toscano in provincia di Siena, e può vantare un centro storico in stile medievale che si è guadagnato un meritatissimo posto tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Continue Reading…

Chianti

Castello di Brolio in Chianti

settembre 12, 2016
castello di brolio

Il famigerato castello di Brolio sorge in Toscana nell’omonimo quartiere sito nelle vicinanze di Chianti, in provincia di Siena. Il monumentale edificio storico è collocato ai piedi di un’ampia collina sita vicino ai monti del Chianti. Lo splendido castello, meta turistica molto ambita ed apprezzata, da ben oltre nove secoli sovrasta le grandi valli che lo accerchiano nella zona sud di Chianti.

Castello di Brolio come arrivare

Raggiungere il castello di Brolio non è un impresa assai complicata. Se avete deciso di far visita al monumentale edificio toscano, non dovrete far altro che prendere la strada che conduce verso Siena. Questo infatti sorge a pochi chilometri dalla città sopracitata. Una volta giunti a Siena numerose saranno le indicazioni che vi condurranno fino al sito di vostro interesse.

Il fantasma del Castello di Brolio

Una leggenda racconta che, durante le notti nelle quali in cielo risplende la luna piena, nei pressi del castello di Brolio sia solito gironzolare uno spettro. Il fantasma sarebbe quello di Bettino Ricasoli, noto anche con l’appellativo di barone di ferro. In tanti affermano di avere notato l’uomo, morto da tempo, aggirarsi in sella al suo cavallo. Oltre ai due personaggi poi, anche una moltitudine di cani sarebbero soliti seguire l’uomo durante le sue passeggiate notturne. La stessa leggenda narra anche che il letto nel quale era solito addormentarsi il politico, negli ultimi anni, sia spesso stato trovato in disordine quasi a simulare che qualcuno abbia più volte dormito su quel materasso.

Castello di Brolio: le visite

Le visite al Castello di Brolio sono consentite in qualsiasi periodo dell’anno, purché si paghi un irrisorio biglietto d’accesso. Alla biglietteria è possibile scegliere quale, secondo i proprio personali gusti, si ritiene essere il tour del castello che si ha voglia di intraprendere. Il giro classico comprende la possibilità di poter esaminare l’antica struttura in tutti i suoi spazi, senza però avere una guida che illustri passo passo le funzioni che un tempo ricoprivano i vari ambienti. Il tour storico comprende invece, in aggiunta, la possibilità di accedere ai giardini e al museo. In tutti i casi, qualsiasi tour decidiate di intraprendere, il ticket pagato all’ingresso vi offrirà l’esclusiva possibilità di degustare un pregiato vino prodotto direttamente dall’enoteca che risiede all’interno del castello stesso.

Castello di Brolio: gli orari

Il castello è visitabile ogni giorno della settimana escluso il sabato e la domenica, in qualsiasi periodo dell’anno.

Immagine By Robyfra1 at Italian Wikipedia (Transferred from it.wikipedia to Commons.) [Public domain], via Wikimedia Commons

Chianti

Pienza cosa vedere

agosto 22, 2016
pienza

Pienza cosa vedere

Pienza è un piccolo comune toscano in provincia di Siena. Ed è uno dei comuni più ricchi di panorama artistico culturale. La piazza, ad esempio, prende il nome da papa Pio II che, insieme a Bernardo Rossellino, nel disegno al progetto. L’intero paese articolato intorno ad essa e qui si possono scorgere i migliori monumenti artistici dei dintorni; la Cattedrale dell’Assunta si sviluppa con linee gotiche simile alle chiese francescane di Assisi Continue Reading…

Chianti

Idee per un romantico weekend nel Chianti

marzo 17, 2016
weekend nel chianti

La Toscana è un territorio pieno di luoghi magici e carichi di suggestione: castelli, dolci colline, panorami mozzafiato, giardini medicei, piccoli angoli di paradiso ideali per una breve fuga d’amore della durata di un weekend. In questo articolo vogliamo proporvi alcuni dei luoghi più romantici che si trovano in Chianti e nella Val d’Orcia, dove passare dei giorni indimenticabili insieme alla persona amata. Vediamo quindi i luoghi più suggestivi per trascorrere un weekend nel Chianti all’insegna del romanticismo!

Continue Reading…

Chianti

Cosa vedere a Radda in Chianti: alla scoperta del borgo medievale

febbraio 6, 2016
radda in chianti

Tra le valli di Arbia e Pesa si apre un pittoresco borgo medievale, tappa dei percorsi enogastronomici tra le colline fertili di Firenze e Siena costellate di uliveti e mura fortificate: parliamo di Radda in Chianti. Tra le bellezze da ammirare c’è il Castello di Volpaia, una struttura eretta intorno al X secolo, in una frazione che fino al Rinascimento era conosciuta come luogo di ristoro per i viandanti. Tra le mura dell’ex convento nasce oggi il Chianti Classico; sull’etichetta è infatti raffigurata la chiesa-torre intitolata a Sant’Eufrosino, Monumento Nazionale dal 1982.

Continue Reading…

Chianti

Parco sculture del Chianti

gennaio 30, 2016
parco sculture del chianti

Nell’area incontaminata della Toscana, situato ad una decina di chilometri dalla provincia di Siena, prende vita il Parco sculture del Chianti. Più precisamente si trova nel mezzo tra Pievasciata e Vagliagli.

Ma cos’è il Parco sculture del Chianti? Si tratta di una struttura formata da un mix di materiali artificiali, frutto della mano d’opera dell’uomo, e di alberi, per lo più querce e lecci, che costituiscono un bosco incantevole. Il parco comprende circa 7 ettari di bosco. Inizialmente nasce come recinto in cui si allevavano cinghiali. La volontà di dar luogo a quest’iniziativa si deve ai coniugi Giadrossi, Piero e Rosalba, i quali con l’impegno e la passione in comune per l’arte contemporanea hanno reso questo posto fonte di attrazione per molti turisti. È stato, infatti, inaugurato ed aperto al pubblico nel maggio 2004. Continue Reading…