Polonia

Cracovia: i principali luoghi di interesse da visitare

novembre 24, 2016
cracovia luoghi di interesse

Cracovia si caratterizza per il fatto di essere la terza città polacca in ordine di grandezza e visitandola ci si rende subito conto di come sia una delle poche realtà polacche in cui l’aspetto del centro storico non è stato, fortunatamente, deturpato dallo stile architettonico imperante nel periodo del comunismo.

La scoperta di questa realtà non può che cominciare da Rynek Glowny. Questa zona si può definire senza dubbio il cuore pulsante della “città vecchia”. Tra i luoghi di maggior interesse troviamo la Basilica di Santa Maria, il luogo di culto più importante di tutta Cracovia e il Collegium Maius: questo edificio è la sede di quella che con Bologna si disputa il titolo di Università più antica del Vecchio Continente e al suo interno è presente un museo dedicato proprio alla storia universitaria della città. Qui si può anche avere nuovamente conferma del genio universale di Leonardo. Come? Fermandosi ad ammirare la Dama con l’ermellino. Dopo essersi lasciati alle spalle questa zona, si arriva al quartiere Kazimierz: fino all’inizio del secondo conflitto mondiale questa era la zona della città dove vivevano gli ebrei polacchi ivi residenti. Ancora oggi è presente una comunità ebrea, come testimoniato dalle diverse sinagoghe. A imperitura memoria del fatto che una volta Cracovia era la capitale della Polonia, vi sono tanti simboli: il più noto e amato dagli abitanti è probabilmente il Castello di Cracovia.

Passando ad altri aspetti della città e avendo come direttrice la memoria e i musei, va detto che è assolutamente imprescindibile una visita ad Auschwitz, uno di quei luoghi che tutti dovrebbero visitare per capire cosa sia realmente la guerra e l’orrore a cui l’uomo può arrivare. Ma Cracovia, per quanto riguarda la realtà polacca, è sinonimo di musei: la scelta è vastissima e probabilmente nemmeno in una settimana si riuscirebbe a visitare tutti quelli presenti in città. Dovendo fare una selezione si può dire che il primo di una propria ipotetica lista dovrebbe senza dubbio essere il Museo Nazionale di Cracovia. Questo polo museale si caratterizza per il fatto di far parte del Museo Nazionale della Polonia, dicitura sotto cui vengono fatti rientrare i più importanti musei della città polacche. Altra particolarità di questo polo museale sta nel fatto di svilupparsi non in un unico edificio, ma di avere sezioni sparse per diverse parti della città, che alla fine sono veri e propri musei nel museo, se così si può dire: indubbiamente una struttura originale.
Tra questi risulta molto interessante il Museo Czartoryski, dove vi è l’opera di Leonardo citata in precedenza e altri dipinti di nomi leggendari della storia della pittura, come ad esempio Rembrandt

Ma Cracovia è anche sinonimo di poli museali molto originali dal punto di vista contenutistico. Un esempio lampante di quanto appena detto è il Museo della Farmacia, dove viene raccontata la storia di questa scienza a partire da un tempo lontano come il Medioevo. Sarebbero ancora tanti i musei da segnalare, ma dovendo fare una scelta, l’ultima menzione la merita il Museo Archeologico, il quale si caratterizza per il fatto di essere il più antico della Polonia tra quelli di questo genere. La sua inaugurazione risale infatti addirittura al 1850.

No Comments

Leave a Reply