Destinazioni

Lavorare in vacanza: quali sono i posti più amati dai freelance?

settembre 27, 2018
efax

Quello del freelance è un lavoro molto impegnativo e allo stesso tempo affascinante. Chi ama questo modo di lavorare, sa bene che i pro e contro sono alquanto divergenti. Il modo migliore per decidere se fa al caso vostro, quindi, è capire come funziona, apprendere le regole per svolgerla con successo e infine capire se tutto questo collima con la vostra indole.

Essere freelance significa non avere un contratto da dipendente e quindi niente ferie o malattie pagate. Per fortuna, con alcuni accorgimenti, è possibile godersi le vacanze anche da freelance.

Prima di partire la primissima cosa da fare è comunicarlo ai propri clienti. I modi e i tempi sono naturalmente diversi a seconda del tipo di rapporto lavorativo che vi lega. Si utilizza in genere l’email ma per i clienti meno avvezzi alla tecnologia anche il fax. Si tratta di una comunicazione dovuta, una buona regola da utilizzare per i clienti con i quali si collabora quotidianamente, ed è necessario farlo anche con un certo preavviso.  Di norma scrivere una mail in cui si annunciano le settimane di ferie è più difficile a dirsi che a farsi, ed il più delle volte la reazione da parte del cliente è più rosea di quanto ci si attenderebbe. Quel che è certo è che anche in vacanza il lavoratore freelance dovrà assolutamente dare uno sguardo al proprio business, utilizzando i nuovi dispositivi tecnologici che permettono di avere sempre tutto sotto controllo in qualsiasi momento ed in qualsiasi posto.

Ma quali sono i posti più amati dai freelance? Uno dei posti preferiti dai freelance è Cefalù, in Sicilia, posto che attrae turisti da ogni parte del mondo, grazie a una lunga spiaggia di sabbia, ai magnifici tramonti e a un porticciolo molto pittoresco. Il centro storico appare incantevole e bizzarro perché qui si possono apprezzare le influenze normanne, bizantine, arabe, spagnole e italiane, inclusa una cattedrale del Dodicesimo secolo con splendidi mosaici. Oltre a rilassarsi in spiaggia, è possibile salire sulla Rocca, una rupe su cui è stato rinvenuto un edificio megalitico chiamato Tempio di Diana, accanto al quale si potranno esplorare tanti belvedere che offrono panorami meravigliosi. Fra le altre attività, è possibile percorrere il sentiero lungo le mura che guardano il mare o fare un’escursione in aliscafo verso le Isole Eolie.

Insieme all’atmosfera rilassata delle isole Baleari e alle tantissime spiagge, più numerose di quelle presenti a Ibiza e Maiorca messe assieme, Minorca offre tantissime attività divertenti ed economiche. Imperdibile è la visita al parco naturale S’Albufera des Grau, una riserva costiera con dune, alberi di pino, una laguna, rovine romane e il meraviglioso centro di avifauna per tutti gli appassionati di ornitologia. Altre attrazioni per esplorare quest’isola dalle atmosfere magiche sono l’insediamento preistorico di Torre d’en Galmés, il parco acquatico Los Delfines o gli strabilianti spettacoli di cavalli andalusi; avrai anche la possibilità, con costi contenuti, di noleggiare bici, barche a vela o a motore oppure saltare su un pony per una giornata all’insegna del trekking. Tra un’attività e l’altra, potrai gustare le specialità locali, come le dolci crespell e amargo, la caldereta de langosta (stufato di aragoste) e l’ottimo formaggio Mahón.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply