Destinazioni

Mar dei Sargassi: dove si trova?

novembre 3, 2016
mare

Il mar dei Sargassi esiste davvero. Non è solo un nome simpatico da canticchiare in una filastrocca sui pirati, si tratta invece di un vero paradiso marino. Situato nell’Oceano Atlantico nord occidentale geograficamente ha come punti di riferimento il triangolo delle Bermuda a sud e a nord invece si affaccia sulla Florida, esattamente nei pressi delle Antille e delle Azzorre. Essendo molto distante dalle principali mete turistiche presenti sulla terra ferma, il mar dei Sargassi non rientra tra le attrattive di successo principali della zona.

Si tratta di un mare non delimitato da terre e per questo totalmente privo di spiagge, esso consiste soltanto in una porzione specifica dell’oceano racchiusa dalle correnti. L’origine del nome deriva dalla notevole presenza di una particolare alga marina di notevoli dimensioni chiamata appunto Sargassum che nel mare si unisce e si attacca alle altre presenti formando una sorta di prato marino fatto di alghe. Secondo una leggenda furono i marinai portoghesi ad attribuire questo nome alle alghe, visto che il loro strano colore, un giallo tenue, gli ricordava una varietà di uva portoghese di cui durante la navigazione avevano molta nostalgia.

Ad ogni modo la particolarità di questo mare la si deve al suo passato dal fascino irresistibile. Sono stati tanti i protagonisti storici ad aver attraversato il mar dei Sargassi, come ad esempio lo scrittore Jules Verne e l’esploratore Cristoforo Colombo. Fu proprio quest’ultimo, l’esperto marinaio, uno dei primi in assoluto ad attraversare questo tratto d’oceano ritrovandosi all’improvviso a navigare tra immensi agglomerati di alghe dal fascino e dai colori indescrivibili. Colombo rimase notevolmente colpito dallo spettacolo naturale a cui stava assistendo navigando, l’azzurro del mare era completamente scomparso e in apparenza sembrava di galleggiare su di una prateria.

Sono tantissimi gli animali presenti in quest’area marina, alcuni sono stanziali, quindi fissi in questa zona, altri invece appartengono a specie migratorie. Nel primo caso si tratta prevalentemente del pesce chiamato con il nome di Histrio, ovvero l’arlecchino del mare. Camaleontico e dalla forma stranissima si mimetizza all’interno delle formazioni alghifere. Nel secondo caso invece si tratta prevalentemente di anguille. Il mar dei Sargassi per questi pesci catadromi rappresenta il luogo ideale da raggiungere per riprodursi e poi morire e infatti ogni anno sono tantissimi gli animali che percorrono viaggi lunghissimi per arrivare in questa area marina. Le03appena nate vengono poi trasportate dalle correnti sino ad arrivare in Europa nelle acque dolci abbandonando l’oceano.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply